Le strategie HR per le startup

I consigli e le strategie per gli addetti alle risorse umane di una startup

Le startup si stanno evolvendo sempre di più grazie alle caratteristiche che le contraddistinguono: dinamicità e un modello di business scalabile e ripetibile. Ma un’impresa ai suoi primi anni di vita non può funzionare senza l’implementazione di procedure amministrative chiare, piani strategici e regolamentazioni che la stabilizzino sul breve periodo e la rendano produttiva nel lungo.

Aprire una startup porta con sé molti rischi (secondo le recenti statistiche, il 60% dei nuovi business in UK falliscono entro tre anni, il 20% entro i 12 mesi) e, per questo motivo, sono fondamentali un lavoro costante e accurato e una pianificazione strategica. Sono infatti molte le variabili per cui una startup può non decollare: tra queste, proprio una strategia di recruiting inefficace. Che, come riporta l’Entrepreneur, è il vero tallone d’Achille per questo tipo di realtà: “il 23% dei business fallisce perché non si sanno scegliere le risorse giuste per la propria squadra”.

Le risorse umane e l’organizzazione dei modelli di lavoro

Il ruolo delle risorse umane nelle startup si differenzia da quello delle grandi multinazionali per obiettivi e sfide.

Ecco allora alcuni utili consigli da cui partire:

  • Nelle imprese di piccole dimensioni è fondamentale inserire fin da subito le persone giuste, con le giuste competenze, nei ruoli più adatti a loro. I recruiters devono tenere in considerazione molti fattori, oltre alle hard skills: quanto il candidato è in linea con la filosofia e la cultura aziendali, l’abilità e la spinta motivazionale, la possibilità di garantire stipendi adeguati e commisurati all’esperienza richiesta e alle responsabilità. Senza tralasciare mai aspetti come un adeguato onboarding in azienda e la trasmissione degli obiettivi, della strategia e dei valori d’impresa – anche attraverso attività di team building.
  • Anche quando una startup è stata avviata da poco è importante regolamentare a norma i contratti di tutti i dipendenti, così da costruire un clima lavorativo stabile e sicuro. Se state sviluppando prodotti tecnologici o innovativi, ricordatevi di inserire nel contratto delle clausole di non divulgazione e concorrenza.
  • Alimentare e sviluppare il talento dei propri impiegati è fondamentale. Bisogna spingere costantemente il proprio team ad aggiornarsi e a migliorarsi: anche se alcune persone sono felici di svolgere gli stessi compiti per lungo tempo, altri preferiscono affrontare sfide sempre nuove e migliorare le proprie competenze. Cogliere questa necessità è cruciale perché spronare e incoraggiare i dipendenti aiuta ad aumentarne la soddisfazione lavorativa e la fidelizzazione.
  • In un’organizzazione dinamica come quella delle startup, l’importanza della documentazione e della burocrazia viene spesso sottovalutata e trascurata. Questo può portare, nei casi peggiori, a cause legali dannose per la crescita dell’impresa. Un professionista delle risorse umane deve quindi possedere l’abilità di gestire nei minimi dettagli anche questo aspetto.
  • Utilizzate strumenti di gestione della performance per una valutazione accurata di tutti gli impiegati. I risultati ottenuti saranno spunti validi per spronare i dipendenti a crescere e a responsabilizzarsi. Creare una cultura aziendale che predilige feedback condivisi e costruttivi permette agli impiegati di sentirsi apprezzati e valorizzati.

Siete professionisti delle risorse umane? Continuate a seguire il nostro blog e scoprite come Jobrapido, il motore di ricerca di lavoro leader a livello mondiale, vi garantisce i candidati più adatti alle vostre esigenze, al miglior prezzo e nel minor tempo.

Please follow and like us: